OLIMPIADI DELLA MATEMATICA

Gara Nazionale delle Olimpiadi della Matematica a Cesenatico. Caserta è stata rappresentata dallo studente del Liceo Diaz Piccirillo Giovanni 5 C primo classificato in provincia. L’alunno ha svolto la gara egregiamente ricevendo una menzione d’onore in quanto rientrante nell’elenco dei partecipanti alla gara che hanno risolto perfettamente almeno un esercizio.

Grande soddisfazione quindi per Giovanni che, tra i 300 meritevoli alunni a livello nazionale che si sono cimentati nella soluzione di sei difficili problemi dimostrativi, si è ulteriormente distinto.

“FUTURAGENOVA”- WOMEST LABORATORIO NAZIONALE ITINERANTE SULLE STEM

Progetto presentato dal team di studentesse vincitrici del laboratorio locale, di cui due del Liceo Scientifico Diaz di Caserta Mastrominico Ester 4G e Munno Antonia 3B, alla finale nazionale sull’innovazione nelle città del futuro tenutasi durante la manifestazione del MIUR “FUTURAGENOVA”

Alle ragazze è stato chiesto di utilizzare le materie STEM per immaginare il futuro dei propri territori nel 2050.

ATTIVITÀ LABORATORIALE PER L’INTRODUZIONE ALLA PROBABILITA’

Attività laboratoriale di gruppo svolta dalla classe 2B con la docente di Matematica Prof.ssa Paola Amato per far acquisire, attraverso il gioco, il concetto di evento e spazi di eventi, per rappresentarli mediante metodi differenti e per calcolare semplici valori di probabilità mediante la frequenza e mediante il calcolo classico di probabilità considerando anche la probabilità condizionata. Utilizzando l’approccio ludico, si è favorita non solo la comunicazione, l’inclusione e l’aggregazione, ma anche la possibilità di rivalutare l’opinione che gli alunni hanno della matematica.

L’attività si è svolta in 4 fasi:

FASE 1: Formazione dei gruppi e predisposizione degli strumenti del gioco LU-LU HAWAIIAN praticato dai ragazzi hawaiani. Il gioco consiste nel lancio di 4 dischi che riportano su una faccia 1 punteggi da 1 a 4 e sull’altra si è lasciato spazio alla creatività degli studenti. Regole del gioco: Si effettua un solo lancio a turno agitando le pietre nelle due mani, si contano solo i punti delle pietre che cadono a faccia in su, il primo giocatore che arriva a 50 punti vince. Gli alunni hanno appuntato i punteggi di ciascuna giocata. Il docente dopo aver fatto giocare i ragazzi, propone alcune osservazioni sui dati ottenuti e invita gli studenti a rappresentare lo spazio degli eventi e a calcolare frequenze e probabilità

FASE 2: Laboratorio tecnologico in modalità BYOD: il docente fa eseguire una simulazione di gioco con 100 lanci con il software GeoGebra e poi una simulazione con 1000 lanci con il foglio di calcolo poi invita gli studenti ad argomentare sulle conclusioni a cui sono pervenuti.

FASE 3: Si invitano gli studenti a giocare con altre regole: si effettuano a turno due lanci agitando le pietre nelle due mani, se al primo lancio tutte e 4 le pietre cadono a faccia in su il giocatore vince 10 punti ed ha diritto ad un nuovo lancio in caso contrario si contano solo i punti delle pietre che cadono a faccia in su e si rilanciano quelle cadute a faccia in giù e si somma il punteggio a quello del primo lancio, il primo giocatore che arriva a 100 punti vince. Gli alunni hanno appuntato i punteggi di ciascuna giocata. Il docente dopo aver fatto giocare i ragazzi propone alcune osservazioni sui dati ottenuti e invita gli studenti a rappresentare lo spazio degli eventi e a calcolare frequenze e probabilità.

FASE 4: Laboratorio tecnologico in modalità BYOD: il docente fa utilizzare GeoGebra per la simulazione di 1000 lanci. Dopo aver fatto giocare i ragazzi, il docente invita gli studenti ad argomentare sulle conclusioni a cui sono pervenuti.

Torna all'inizio